Rinnovo contratto metelmeccanici 2021-2024

Raggiunta l'intesa per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici tra Federmeccanica/Assistal, Fim, Fiom e Uilm.

Il contratto collettivo di lavoro dei metalmeccanici coinvolge circa un milione e seicentomila lavoratori e lavoratrici.

L'intesa prevede un aumento salariale a regime di 112 euro per il quinto livello e di 100 euro per il terzo livello per il periodo che va dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2024.

Le tranches saranno erogate a giugno 2021 per 25 euro, a giugno 2022 per 25 euro, a giugno 2023 per 27 euro e a giugno 2024 per 35 euro. Sono confermati per ogni anno di vigenza del contratto 200 euro di flexible benefit istituiti con il CCNL del 26 novembre 2016.

I metalmeccanici troveranno ulteriori 12 euro sui minimi percepiti dalla mensilità di giugno 2020 e 200 euro di flexible benefit per effetto dell'ultrattività della struttura del precedente CCNL scaduto alla fine del 2019.

Sul fronte della previdenza complementare, per gli under 35, è previsto l'innalzamento del contributo aziendale per il Fondo Cometa dal 2% al 2,2% a partire dal 2022.

Con il rinnovo del contratto metalmeccanici arriva l'aggiornamento e la revisione dell'inquadramento professionale a partire dal superamento del primo livello dal 1 giugno 2021 e il passaggio di migliaia di lavoratori nell'attuale secondo livello.

Sull'ipotesi di intesa del rinnovo del CCNL siglata dai sindacati saranno consultati i metalmeccanici con un referendum vincolante.