Campo di Applicazione del Contratto

Il presente Contratto si applica:

A) Agli stabilimenti appartenenti al settore metalmeccanico nei quali la lavorazione del metallo abbia una presenza esclusiva, prevalente o quantitativamente rilevante.

B) Agli stabilimenti, alle unità produttive e di servizio tradizionalmente considerati affini ai metalmeccanici.

C) Alle unità produttive e di servizio, ricerca, progettazione e sviluppo che abbiano con il settore metalmeccanico interconnessioni di significativa rilevanza.

A titolo indicativo ed esemplificativo rientrano fra gli stabilimenti metalmeccanici regolati dal presente Contratto, qualora abbiano i requisiti previsti nelle definizioni di cui sopra e non siano regolati da contratti di altre categorie, i seguenti stabilimenti, imprese e cantieri per:

  • la produzione di metalli non ferrosi (alluminio, magnesio, rame, piombo, zinco, argento ed altri);
  • la trasformazione plastica dell'alluminio, magnesio, rame, piombo, zinco, argento e loro leghe sotto forma di laminati, estrusi, trafilati, imbutiti, stampati, fucinati e tranciati;
  • la fusione di rame, alluminio, magnesio, nichel, piombo, zinco ed altri metalli non ferrosi e loro leghe (bronzo, ottone, ecc.);
  • la fusione di ghisa in getti;
  • la fusione di acciaio in getti semprechà lo stabilimento non proceda alla produzione dell'acciaio relativo;
  • la forgiatura e stampaggio a freddo e a caldo del ferro e dell'acciaio;
  • la laminazione e trafilatura a freddo del ferro e dell'acciaio;
  • la costruzione, montaggio, riparazione e manutenzione di:
    • navi da carico, da passeggeri e da guerra, galleggianti, pontoni e chiatte;
  • materiale mobile e fisso per ferrovie, filovie, tramvie, teleferiche e funivie;
  • automobili, autobus, autocarri, rimorchi, carrozzerie e loro parti staccate;
  • motocicli, motofurgoncini, carrozzerie relative, biciclette e loro parti ed affini;
  • aeromobili, veicoli spaziali e loro parti;
  • l'alaggio, l'allestimento, il recupero, la riparazione e demolizione di navi e loro parti;
  • l'esercizio di bacini di carenaggio;
  • la produzione di carpenteria, infissi, serrande, mobili, casseforti e simili e arredi metallici;
  • attività di lavorazione, confezione, fornitura del ferro tondo per cemento armato e della sua posa in opera;
  • vasellame, stoviglie, posate, coltelleria ed affini, utensili e apparecchi da cucina;
  • articoli vari, ferramenta e minuterie metalliche;
  • bullonerie, viterie, chiodi, broccame, molle;
  • reti e tele metalliche, tubi flessibili, fili, corde, funi e trecce metalliche, catene;
  • strumenti musicali metallici;
  • oggetti in ferro battuto;
  • scatolame ed imballaggi metallici;
  • la produzione, ricerca, progettazione, sviluppo, costruzione, montaggio e riparazione di:
    • motrici idrauliche a vapore ed a combustione interna, loro parti staccate ed accessori caratteristici, organi di trasmissione e cuscinetti a sfere;
    • impianti ed apparecchi di sollevamento e trasporto;
    • macchine ed apparecchi per la generazione, trasformazione, misura ed utilizzazione dell'energia, apparecchi e complessi per telegrafia, elettroacustica, radiotelefonia, radiotelegrafia, registrazione ed amplificazione sonora e televisione;
    • apparecchi e complessi per telefonia e per telecomunicazioni, gestione di reti e di servizi di telefonia, apparecchi per la generazione ed utilizzazione dell'energia termica per uso industriale, domestico e medicale;
    • apparecchi per illuminazione e segnalazioni luminose con energia elettrica o di altra natura, apparecchi, utensili e strumenti per la medicina, chirurgia, ortopedia o odontoiatria;
    • macchine ed apparecchi per scavi, perforazione, trivellazione di terreni, rocce, ecc., per il trattamento meccanico di minerali e pietre, per la lavorazione di marmi e pietre e per la fabbricazione di laterizi, conglomerati, ceramiche, gràs ed affini;
    • macchine ed apparecchi per cantieri edili e stradali;
    • macchine operatrici e relativi accessori per la lavorazione dei metalli, del legno, del sughero e di materie sintetiche (resine);
    • macchine, apparecchi ed accessori per fabbricare carta, cartoni, per cartotecnica, legatoria, stampa, macchine, apparecchi ed accessori per l'industria tessile dell'abbigliamento;
    • macchine ed apparecchi per l'agricoltura e per le industrie agricole, alimentari, olearie, enologiche e del freddo;
    • macchine ed apparecchi per industrie chimiche e della gomma;
    • utensili per macchine operatrici;
    • strumenti di officina;
    • utensili ed attrezzi per arti e mestieri, ferri da taglio ed armi bianche;
    • pompe, compressori, macchine pneumatiche, ventilatori, aspiratori, macchine ed apparecchi affini, organi di chiusura e di regolazione per condotte di vapore e di fluidi in genere;
    • apparecchi ed attrezzature per impianti igienico-sanitari e di riscaldamento;
    • macchine ed apparecchi per disinfezione, condizionamento di aria, lavanderia e stireria;
    • macchine ed impianti per posta pneumatica e distributori automatici;
    • armi e materiale per uso bellico e da caccia e sportivo;
    • macchine ed apparecchi per lavorazioni e produzioni di meccanica varia e di meccanica affine, come macchine e apparecchi per la prova, misura e controllo, apparecchi geofisici e topografici, macchine fotografiche, cinematografiche e di riproduzione, macchine da scrivere, calcolatrici, contabili, affrancatrici e simili, lavorazioni ottiche in genere;
    • orologi in genere;
    • modelli meccanici per fonderia;
  • l'industria dell'installazione, manutenzione e gestione di impianti industriali, di impianti e di complessi meccanici, idraulici, termici, elettrici, telefonici, di reti telefoniche ed elettriche, di sollevamento ed ecologici, ivi compresa la installazione di impianti e di apparecchiature di segnalamento e di segnaletica stradale;
  • la deposizione galvanica, ossidazione anodica, piombatura, stagnatura, zincatura, smaltatura e simili; la produzione, l'implementazione e la manutenzione di hardware e software informatici;
  • la produzione di componentistica microelettronica, nonché di parti staccate che utilizzano tale componentistica;
  • la fornitura di servizi generali, logistici e tecnologici alle imprese;
  • l'esecuzione presso terzi delle attività regolate dal presente Contratto;
  • ecc., ecc.

D) Agli stabilimenti siderurgici che, agli effetti del presente Contratto, sono quelli per la produzione di:

  • a) ghisa di prima fusione;
  • b) acciaio anche se colato in getti;
  • c) ferroleghe;
  • d) semiprodotti (blumi, billette, bidoni, grossi e medi fucinati);
  • e) laminati e trafilati con processo iniziale a caldo;
  • f) tubi laminati e trafilati con processo iniziale a caldo;
  • g) latta.

La produzione dei grossi e medi fucinati è considerata siderurgica quando il processo produttivo ha inizio dal lingotto e dal blumo per cui i fucinati costituiscono semiprodotto per ulteriori lavorazioni.

La produzione di laminati, trafilati e tubi è considerata siderurgica quando il processo produttivo si inizia a caldo e prosegue anche a freddo senza soluzione di continuità.

Alle produzioni di cui alle voci a), b), c), d), e), f) e g) si intendono connessi i procedimenti preliminari e complementari delle stesse e cioè cokeria, agglomerazione, trattamento termico.

Dichiarazione a Verbale

Le parti concordano che con la definizione di fucinatura siderurgica grossa e media che inizia dal lingotto o dal blumo, di cui alla voce d) comma D), non hanno inteso ampliare il concetto tradizionale di attività siderurgica, né hanno inteso restringerlo con la dizione di ghisa di prima fusione di cui alla voce a) stesso comma.

La regolamentazione particolare per i settori sottoindicati in cui si articola l'industria metalmeccanica:

  • Siderurgico;
  • Autoavio;
  • Elettromeccanico ed elettronico;
  • Meccanica generale;
  • Fonderie di seconda fusione;
  • Cantieristico;

nonché per l'industria della installazione di impianti e di complessi meccanici, idraulici, termici, elettrici, telefonici, di reti telefoniche ed elettriche e comunque di materiale metallico ivi compresa l'installazione di impianti di segnaletica stradale che, a tutti i fini del presente Contratto, è equiparata alla meccanica generale, sussiste nei limiti e per gli istituti per i quali è specificamente prevista nel presente Contratto.

Definizione dei Settori

Siderurgico: comprende gli stabilimenti siderurgici che agli effetti del Contratto sono quelli per la produzione di:

  • a) ghisa di prima fusione;
  • b) acciaio anche se colato in getti;
  • c) ferroleghe;
  • d) semiprodotti (blumi, billette, bidoni, grossi e medi fucinati);
  • e) laminati e trafilati con processo iniziale a caldo;
  • f) tubi laminati e trafilati con processo iniziale a caldo;
  • g) latta.

La produzione dei grossi e medi fucinati è considerata siderurgica quando il processo produttivo ha inizio dal lingotto o dal blumo per cui i fucinati costituiscono semiprodotto per ulteriori lavorazioni.

La produzione dei laminati, trafilati, tubi e latta è considerata siderurgica quando il processo produttivo si inizia a caldo e prosegue anche a freddo senza soluzione di continuità.

Alle produzioni di cui alle voci a), b), c), d), e), f) e g) si intendono connessi i procedimenti preliminari e complementari delle stesse e cioè cokeria, agglomerazione, trattamento termico.

Le parti concordano che con la definizione di fucinatura siderurgica grossa e media che inizia dal lingotto o dal blumo, di cui alla voce d), non hanno inteso ampliare il concetto tradizionale di attività siderurgica, né hanno inteso restringerlo con la dizione di ghisa di prima fusione di cui alla voce a) stesso comma.

Autoavio: in tale settore sono compresi gli stabilimenti addetti alla costruzione in serie delle autovetture ed autocarri nel loro totale complesso e degli aeromobili, nonché quelli addetti alla costruzione in serie di carrozzerie con esclusione delle aziende che esercitano la loro attività nella costruzione di parti, accessori e simili e nella riparazione di autovetture, autocarri e carrozzerie. Sono compresi nel settore autoavio gli stabilimenti che producono trattori agricoli che appartengono alle aziende inquadrate nello stesso settore in quanto producono autoveicoli.

Elettromeccanico ed elettronico: elettromeccanici sono gli stabilimenti fabbricanti esclusivamente o prevalentemente prodotti complessi che utilizzino elettricità e nei quali la parte elettrica sia tipica e di importanza fondamentale.

Tipiche produzioni elettromeccaniche sono:

  • macchine elettriche, nel senso tradizionale dell'espressione;
  • apparecchiature elettriche complesse;
  • strumenti di misura elettrici;
  • apparecchi per telefonia, telegrafia, radiotelegrafia, radio-tecnica, elettronica;
  • elettrodomestici (fabbricazione completa ed in grandi serie).

L'esecuzione di lavorazioni metalmeccaniche pur applicate a pezzi o complessi destinati alla elettromeccanica ed elettronica, ma che non siano identificabili con veri e propri complessi utilizzanti l'elettricità, non determina l'appartenenza al settore.

Meccanica generale: vi appartengono gli stabilimenti che svolgono tutte le altre attività indicate nel campo di applicazione del Contratto.

Fonderie di seconda fusione: comprende gli stabilimenti che effettuano:

  • la fusione di ghisa in getti;
  • la fusione di acciaio in getti.

Cantieristico: appartengono a tale settore gli stabilimenti che svolgono la loro attività nella costruzione, riparazione e demolizione di navi, nonché nell'esercizio di bacini di carenaggio.

Norma Comune a Tutti i Settori

In ciascuno stabilimento si considera prevalente l'attività alla quale è addetto il maggior numero di dipendenti e saranno applicate le norme di un solo settore in base al detto criterio di prevalenza; nel caso di più di due attività la prevalenza è determinata dalla maggioranza relativa dei lavoratori addetti.

Nel caso in cui in una azienda sono esplicate due o più attività, tutte inquadrate nel Contratto meccanici, al personale addetto alla Direzione generale e alle Filiali, con esclusione dei negozi, si applicheranno le norme di settore dell'attività alla quale è addetto il maggior numero di lavoratori.

Chiarimento a Verbale

Le parti confermano che le aziende che svolgono attività di costruzione, ampliamento ed estensione di linee telefoniche ed elettriche, secondo i principi generali e la comune esperienza, svolgono un'attività che appartiene tradizionalmente al settore meccanico come definito nel Campo di applicazione del presente Contratto collettivo nazionale di lavoro per l'industria metalmeccanica e della installazione degli impianti.

Pertanto, le aziende che svolgono installazione "di reti telefoniche ed elettriche" sono tenute all'applicazione della regolamentazione per l'industria metalmeccanica.

Nota a Verbale

Ove sorgessero contestazioni nell'inquadramento di qualche unità nei settori previsti, in caso di mancato accordo tra le Organizzazioni territoriali, le controversie saranno deferite alle Organizzazioni stipulanti.

Commissione Paritetica Nazionale di Studio sui Comparti

Le parti convengono di costituire un Gruppo di lavoro paritetico con il compito di individuare comparti omogenei per caratteristiche organizzative, tecnologiche e di mercato.

La Commissione potrà selezionare nei comparti individuati (per esempio informatica) le aree tematiche che necessitano di discipline specifiche.

I risultati dei lavori della Commissione saranno presentati alle parti.